Recupera l’analisi amico mio

Nel buddhismo in generale e nella tradizione che deriva dalle grandi scuole monastiche indiane in particolare, la fede fa affidamento sulle conclusioni che provengono dall’analisi.

Analogamente, la compassione si produce dall’aver analizzato la nostra posizione nel mondo in rapporto agli altri.

Anche la saggezza che realizza l’impermanenza passa per l’analisi, così come la saggezza che realizza l’assenza del sé.

L’atteggiamento analitico è importante sia al principio, sia a metà e persino nelle fasi conclusive del sentiero spirituale; perché la saggezza arrivi alla piena maturazione della buddhità è necessario indagare fin dall’inizio con entusiasmo la natura delle cose e sviluppare in modo crescente tale propensione.

Non basta pensare «l’ha detto il Buddha», o «l’ha detto il mio lama».

Osservate quanti ragionamenti e quante discussioni si trovano nei testi di Nagarjuna, Aryadeva, Chandrakirti, Shantideva, Shantarakshita e Kamalashila.

L’analisi e la riflessione portano al convincimento, il quale produce per parte sua il forte impegno a cambiare atteggiamento e modo di pensare; in seguito, con la familiarizzazione, o meditazione, la mente a poco a poco si trasforma.

L’intelligenza, perciò, è un requisito fondamentale nella pratica del buddhismo. Servendovi dell’intelletto in tutta la sua estensione, potete regolare e trasformare un’ampia gamma di emozioni.

Ragionando, invece di fissare la mente su un argomento, date forma a cognizioni fondate e, grazie alla loro forza, gli atteggiamenti erronei a poco a poco si dissipano.

Per ottenere questo risultato, il semplice sapere non è sufficiente; ciò che serve è l’attuazione a livello delle sensazioni profonde, della meditazione pienamente sviluppata.

Sua Santità il XIV Dalai Lama
Tratto da “Verso l’illuminazione: Come la meditazione insegna la felicità” (Mondadori).

Ricordati dell’analisi.

Evita di dimenticare l’analisi. Soprattutto di questi tempi.

Tempi in cui i tuoi bisogni fondamentali ti sono sconosciuti e sistematicamente frustrati.

Essi condizionano il tuo agire, per il quale trovi giustificazioni accettabili.

Giustificazioni da dare in pasto alla superficiale razionalità tua e delle persone che ti circondano.

Esattamente come quando compri qualcosa.

Tu dici che lo hai fatto per questo e per quel motivo.

Ma tu non hai mai versato un soldo per il prodotto. Hai versato i soldi per:

  • l’idea col quale ti è stato presentato
  • per le sensazioni che ti ha promesso
  • i benefici che, anche ora che hai comprato, sono moooolto di la da venire.

E senza accorgertene, hai rinunciato alla tua analisi. Ora hai comprato.

E, per evitare l’ansia, non ti resta che diventare parte del prodotto e fare il tifo per lui.

Sei tu il suo valore. Senza di te, quel prodotto è solo una promessa di felicità. Una promessa puntualmente disattesa.

Hai pagato per venderti.

Ora:

  • recupera un po’ di coraggio
  • guarda in faccia l’ansia
  • guardala in faccia senza ripulsa e senza attaccamento
  • osserva con occhio piú penetrante le relazioni tra le cose.

Evita di pagare per trasformarti in merce, anche perché in quest’epoca è GRATIS.

Recupera l’analisi amico mio… l’analisi.

Integratori alimentari per aiutare la performance e il recupero

Benvenuto nel mio nuovo blog!

È da tempo che meditavo di aprire un sito proprietario, ed ora finalmente eccolo qui.
Nel tempo lo migliorerò e lo implementerò.
Se ancora non mi conosci puoi esplorare i miei canali social per farti un’idea.

Premessa

Fra le varie cose, faccio l’istruttore di Functional Training, Kardio Kombat e Yoga. Pratico Pilates e Total Body. Lavoro in pizzeria nei week-end.

Come faccio a reggere? Integro!

Con che cosa integro? Principalmente con 2 prodotti + 1

  1. Creatina micronizzata
  2. Carnitina
  3. Beta alanina

Creatina micronizzata

La creatina è probabilmente l’integratore più sicuro, più testato, più efficace e più usato che ci sia. Basta una semplice ricerca in internet per trovare tutto sul come il corpo la metabolizza.

Qui ho trovato una sintesi valida che ti ripropongo.

Te la ripropongo qui sotto, con qualche modifica:


Creatina, Che Cos’è?

La creatina è un derivato aminoacidico (gli aminoacidi sono i “mattoni” costituenti delle proteine) con funzione energetica  a livello muscolare.

A livello chimico le struttura della creatina è formata dagli aminoacidi ArgininaGlicinaMetionina.

La creatina si trova in molti alimenti quali la carne, il pollame e i pesci, il suo quantitativo è pari a 4-5 grammi per kg di questi prodotti.

A Cosa Serve?

Aiuta nelle attività intense e intermittenti. È un trasportatore di energia muscolare dalla cellula alla fibra ed ha una azione trofica (crescita).

Facilita il recupero muscolare e contrasta l’accumulo di acido lattico riducendo la sensazione di fatica, garantendo pertanto sforzi più intensi.

Quando Assumerla?

E’ consigliabile utilizzare la creatina prima e dopo l’allenamento.

Prima per ripristinare la creatina depauperata nel corso dell’attività fisica, dopo (circa un ora dopo l’allenamento) per agevolare il recupero e stimolare la sintesi delle proteine.

Come Assumerla?

  • La creatina per essere assimilata deve essere sciolta (oppure acquistata in formato micronizzato) poiché non essendo assorbita a livello ematico (sistema circolatorio) bensì a livello intestinale può causare dissenteria  o crampi.
  • L’assorbimento è agevolato da carboidrati ad alto indice glicemico (zucchero, miele, marmellata, succo di frutta)
  • Evitare di utilizzare la caffeina poiché ostacola sensibilmente l’assorbimento della sostanza
  • Una volta disciolta è necessario assumerla rapidamente poiché l’emivita della creatina è limitata

Dosaggi E Avvertenze

Il consiglio è di assumerne 3 grammi per 30 giorni . Questo valore è fornito dal ministero della salute.

L’utilizzo di questo prodotto comporta una maggior ritenzione dei liquidi che si traduce in un incremento del peso.

In Quali Sport È Indicata?

Negli sport anaerobici, nelle attività  di forza e potenza quali calcio, arti marziali, pallanuoto, corsa di velocità, Functional Training, Crossfit etc.


La creatina che vi consiglio e che uso anche io è la seguente:

Creatina Monoidrato in Polvere Micronizzata

Molto conveniente rispetto ad altre marche e ne contiene quasi 200g in più.



Carnitina o L-Carnitina

La carnitina è un’integratore meno noto della creatina, ma che io apprezzo molto oltre che per le sue funzioni di bruciagrassi, anche per quelle protettive della corretta funzionalità del cervello.

Un testo molto ben fatto che ho reperito on line a riguardo è il seguente:


La L-carnitina è un utile composto aminoacidico che sostiene il body shaping trasportando acidi grassi per l’ottenimento di energia nelle cellule muscolari.

La L-carnitina è sempre più amata dai seguaci dello stile di vita sano e attivo, ma anche gli sportivi riscontrano più energia e resistenza nell’allenamento.

E chi si allena in modo intenso e frequente non potrà non apprezzare l’ulteriore effetto positivo sulla capacità di rigenerazione.

1. GLI EFFETTI DELLA L-CARNITINA

La L-carnitina è ideale quando si persegue il body shaping con un’alimentazione ipocalorica e si svolge parallelamente un allenamento fitness o della forza.

Questo integratore dietetico è soprattutto indicato per chi è alle prese con una stagnazione del peso o un calo di energia durante lo sport.

La L-carnitina è in grado di favorire una produzione di energia più efficiente attingendo alle riserve di grasso proprie dell’organismo – ciò significa meno affaticamento e più efficienza durante l’allenamento dimagrante.

Anche la rigenerazione risulta migliorata grazie all’integrazione con L-carnitina.

IL TRASPORTO DI ACIDI GRASSI

Il trasporto di acidi grassi nei mitocondri – le centrali energetiche delle cellule – è l’effetto centrale della L-carnitina, pertanto viene utilizzata preferibilmente a sostegno dell’allenamento fitness e di una maggiore disponibilità di energia nello sport.

L’efficacia della L-carnitina è stata dimostrata in studi clinici. All’interno di un’attuale ricerca giapponese, in 4 settimane i soggetti sottoposti al test hanno riportato risultati di body shaping molto soddisfacenti rispetto al gruppo di controllo placebo.

In media hanno perso 1,3 cm di circonferenza vita, con una somministrazione giornaliera di piccole dosi di L-carnitina.1

PIÙ POWER NELL’ALLENAMENTO, ANCHE CON UN’ALIMENTAZIONE LEGGERA

Chi assume la L-carnitina nell’ambito di un’alimentazione ipocalorica può osservare migliori prestazioni nello sport.

La L-carnitina trasporta gli acidi grassi nelle centrali energetiche delle cellule, in modo tale che sia possibile generare energia in modo efficiente per l’allenamento dimagrante.

Anche l’aumento delle prestazioni è un effetto dimostrato da ricerche:

i soggetti che avevano assunto giornalmente la L-carnitina in aggiunta alla normale alimentazione hanno osservato una riduzione media del 25% dell’affaticamento precoce durante il test con cyclette.2 

Studi condotti con calciatori professionisti hanno evidenziato una formazione di acido lattico fortemente ridotta e pulsazioni inferiori nei test di velocità massima sul tapis roulant, in caso di assunzione di L-carnitina prima della corsa.3

MIGLIORAMENTO DELLA RIGENERAZIONE

Molti sportivi saranno sicuramente felici di sapere che è stato dimostrato il ruolo della L-carnitina nel favorire la rigenerazione dopo l’allenamento.

Uno studio prevedeva l’esecuzione di un allenamento intenso di 3 settimane composto da squat da parte di soggetti maschili.

I membri del gruppo che assumevano giornalmente la L-carnitina hanno presentato fino al 45% di microstrappi nei muscoli delle gambe in meno rispetto al gruppo di controllo placebo.4

2. GLI EFFETTI COLLATERALI DELLA L-CARNITINA

Gli esperti classificano la L-carnitina come sicura nell’utilizzo. I soggetti sottoposti a test non hanno evidenziato effetti collaterali assumendo dosi ragionevoli dal punto di vista medico.

Come per tutti gli integratori alimentari è importante sottolineare che alla base di tutto sta il buon senso.

È bene evitare quantità elevate, nell’alta gamma di grammature a due cifre, per escludere intolleranze come diarrea o nausea.

Seguendo i consigli per il consumo non si corre alcun rischio.

3. SCHEMA DI ASSUNZIONE PER IL MASSIMO EFFETTO

La L-carnitina è perfetta da assumere prima dell’allenamento dimagrante.

Chi si allena più volte alla settimana e segue una dieta ipocalorica, dovrebbe assumere la L-carnitina giornalmente, al mattino a stomaco vuoto.

In entrambi i momenti bisognerebbe assumere una dose di 1-2 g per ottenere un risultato ottimale.

Qui sono disponibili ulteriori informazioni sull’assunzione di L-carnitina.

4. COME VIENE ELABORATA LA L-CARNITINA NEL CORPO?

La L-carnitina è un composto chimico che viene sintetizzato dall’organismo stesso partendo da aminoacidi.

Tuttavia, è necessaria anche l’assunzione esterna con l’alimentazione o gli integratori alimentari, perché la L-carnitina è coinvolta in molti processi metabolici.

Chi fa sport regolarmente dovrebbe coprire il fabbisogno più alto.

RIGENERAZIONE

La L-carnitina previene l’indolenzimento muscolare e il senso di affaticamento sul lungo periodo, e questo è merito dell’effetto basico della L-carnitina.

Durante l’allenamento intenso si forma l’acido lattico che va ad attaccare le pareti cellulari dei mitocondri e le fibre muscolari causando un calo delle prestazioni e una rigenerazione rallentata.

La L-carnitina è uno dei sistemi cuscinetto dell’organismo ed è in grado di neutralizzare l’acido lattico, che svolge un’azione meno negativa mentre i muscoli non vengono attaccati e possono essere sollecitati in tempi più brevi.

METABOLISMO E AUMENTO DELLE PRESTAZIONI

La L-carnitina funziona come una specie di “trasportatore” degli acidi grassi, che vengono introdotti dalla L-carnitina nei mitocondri, le famose centrali energetiche delle cellule dell’ora di biologia.

Qui i grassi vengono ossidati e trasformati in energia, che può essere impiegata, ad esempio, per la contrazione muscolare.

Più L-carnitina è a disposizione dell’organismo, più energia può essere prodotta.

Le prestazioni durante l’allenamento vengono mantenute anche con le riserve di carboidrati vuote, cosa che può succedere soprattutto in caso di alimentazione Low carb abbinata a un allenamento della resistenza.

Si trae il massimo da questo effetto assumendo la L-carnitina prima della sessione di allenamento.

FONTI

1 Odo/Tanabe/Yamauchi: A Pilot Clinical Trial on L-Carnitine Supplementation in Combination with Motivation Training: Effects on Weight Management in Healthy Volunteers. Food and Nutrition, pag. 222-231,2013

2 Constantin-Teodosiu/Greenhaff/Macdonald/Marimuthu/Stephens/Wall: Chronic oral ingestion of l-carnitine and carbohydrate increases muscle carnitine content and alters muscle fuel metabolism during exercise in humans. Journal of Physiology, pag. 963-973, 2011

3 Guzel: The effects of acute L-carnitine supplementation on endurance performance of athletes. Journal of Strength and Condition Research, pag. 514-519, 2014

4 Gaynor/Gómez/Kraemer/Ratamess/Rubin/Volek: l-Carnitine l-tartrate supplementation favorably affects markers of recovery from exercise stress. American Journal of Physiology – Endocrinology and Metabolism, pag. 474-482, 2002


La carnitina che vi consiglio e che uso anche io è la seguente:

MyProtein L Carnitine Carnitina – 100 gr

Ad oggi l’ho utilizzata come coadiuvante quando ho diversi allenamenti consecutivi nella stessa giornata.



Beta alanina

La beta alanina l’ho conosciuta grazie ad un articolo di Marco Neri nella rivista Performance, che sono riuscito ad individuare nella sua versione on-line. Clicca qui per leggerti l’intero articolo.

Integratore interessantissimo ma con un fastidioso effetto collaterale di calore e pizzicore sulla pelle che può scoraggiare molti.

In estrema sintesi la beta alanina agisce con

• effetto tampone sulla produzione di acido lattico
• azione antiossidante
• una conseguente incremento della forza resistente
• effetto positivo sul ritardare la sensazione di stanchezza
• influenza sull’ATPasi miosinica e quindi sull’azione delle fibre bianche potenti
• attenua il classico dolore post allenamento (DOMS)

Quale beta alanina sto testando, trovandomi piuttosto bene?

La scatola è tamarra ma il contenuto è puro 🙂

Beta Alanin 3000 mg – High ß-alanine Matrix – 300 g